Come abbinare il colore di pavimenti, pareti e soffitti in stile mediterraneo

By | April 26, 2018

 

piastrella serie “komon” madeamano.it; pitture murali da cartella colori “le pitture” di Wilson&Morris ; piastrelle ceramiche Vietri di Francesco De Maio; cementina “headlight” di pophamdesign;

Risolvere il problema di abbinare tra loro il colore di pavimenti, pareti e soffitti , rappresenta uno degli aspetti progettuali del design d’interni, più importanti da risolvere, la cui soluzione “fa la differenza” tra un progetto ben eseguito ed uno che non lo è!

Se si ha paura di cimentarsi con i colori, allora è meglio orientarsi sulle tonalità neutre, avorio, corda, sabbia, tortora o grigio polvere, che si abbinano praticamente con tutti i tipi di pavimenti e soffitti!

Come per una ricetta ben riuscita, uno dei trucchi da seguire, è cercare di perseguire sempre il giusto equilibrio tra gli elementi, ovvero evitare eccessi, sapori troppo forti e intensi che potrebbero stancare! Questo non significa rinunciare necessariamente al contrasto o all’intensità forte di una tonalità, ma al contrario, riuscire  a controllarla e a dosarla, in modo che non ci sfugga mai di mano e che tutto l‘insieme risulti  sempre equilibrato ed armonico.

Un altro elemento da considerare sempre, è la presenza o meno della luce naturale, che condiziona molto il risultato finale, la percezione dei colori, le textures dei materiali scelti; un colore sarà scelto più chiaro, luminoso, o più “desaturato”e scuro, proprio in funzione di quanta luce “illumina” la superficie del pavimento, parete o soffitto da prendere in considerazione.

Si tratterà quindi di partire proprio da uno dei tre elementi, il pavimento, le pareti o il soffitto, che una volta scelto come riferimento, punto di partenza , guiderà ed orienterà la scelta degli altri due!

Ad esempio se partiamo dallo scegliere un pavimento nuovo o uno già presente che intendiamo conservare, studieremo il colore per le pareti o il soffitto, proprio a partire dal colore o più colori presenti nel pavimento, ecco come:

1) se abbiamo ad esempio una piastrella ceramica smaltata, o cementina, tinta unita o con decori colorati con tinte sature (colori molto intensi e decisi, come rosso giallo, azzurro, verde ecc.), il soffitto intonacato come le pareti, per colorare il soffitto, posso partire dallo scegliere una tinta che riprenda uno dei colori presenti nella piastrella, “neutralizzandolo”, ovvero scegliendolo più chiaro, con più “bianco” ( se il soffitto ha un’altezza media intorno ai 3.00 m) o più scuro, desaturato con più grigio ( se ho un’altezza oltre i 3.20 m), in alternativa un neutro nella sfumatura dei bianchi. La scelta per le pareti può essere fatta allo stesso modo, scegliendo un colore simile a quello del soffitto, anche tono su tono.
 

                                                               zigzag-pophamdesign-photo-gaelle-le-boulicaut-  www.pophamdesign.com

In alternativa, si può scegliere, a partire dal colore della piastrella,un colore scelto più a contrasto, se nel pavimento c’è ad esempio un rosso scuro, si può scegliere una tonalità  fredda, carta da zucchero, verde acqua, anche solo su una porzione di parete, effetto boiserie, o su tre quarti di parete, lasciando il soffitto bianco, oppure restare sui toni neutri dei bianchi, dei grigi, del corda o tortora, giocando sempre con una minore o maggiore luminosità, tra finitura di muro e soffitto.

> scelgo una tinta presente nel pavimento, la metto in risalto, per colorare pareti e soffitto, però neutralizzandola con più o meno luminosità (dosando bianco o grigio);oppure scelgo una tinta a contrasto rispetto al colore del pavimento, per le pareti o una loro porzione oppure se il pavimento presenta molto colore allora si scelgono toni neutri, per equilibrare il tutto.

 parquet in rovere sbiancato, caldo naturale e scuro; pitture murali da cartella colori “le pitture” di Wilson&Morris ;

2) se invece ho un pavimento o un soffitto in legno, è importante innanzitutto distinguere se è su tonalità chiare o scure, calde o fredde. In generale se ho legno sia per pavimento che soffitto consiglio di sbiancare uno dei due, preferibilmente il soffitto, con una pittura effetto velatura bianca. L’ambiente acquisterà comunque più luce, e potrò utilizzare più liberamente il colore per  le pareti.  Ad esempio se il legno del pavimento è di tonalità chiara e calda, i muri allora possono essere colorati con tonalità preferibilmente desaturate e polverose, come azzurri, verdi, ma anche rosa cipria, rosa antico, terracotta o con toni neutri caldi , come il bianco panna, avorio, corda, tortora o  nocciola. Se invece il legno è scuro allora è meglio schiarire, con tonalità neutre e fredde sia i muri che i soffitti, scelti tono su tono, come ad esempio un bianco ghiaccio chiaro per il soffitto, un grigio perla, per le pareti, oppure un bianco avorio, con un corda.

> se il legno è di tonalità chiara e calda, le pareti possono essere colorate con tonalità polverose e desaturate degli azzuri, verdi, rosa o neutri dal panna al nocciola. Se invece il legno ha tonalità scura è meglio schiarire con toni neutri e freddi , tono su tono, come bianco ghiaccio/grigio perla, bianco avorio/corda .

 

esempio decor interno ,con abbinamento color terracotta-mattone /pavimento in rovere sbiancato

 

esempi di pavimento a base di cemento e/o resina; pitture murali da cartella colori “le pitture” di Wilson&Morris ;

3) se invece il pavimento è in cemento levigato o resina, nei toni del grigio, argilla o bluegrey, va bene abbinare toni neutri con tonalità calde o  fredde, come ad esempio bianco panna/tortora, avorio/terracotta, tortora/rosa cipria, ma anche corda/carta da zucchero, sabbia/blu, o ancora un colore caldo ed uno freddo a contrasto come verde salvia/rosa corallo, azzurro polvere/terracotta.

> se ho invece  un pavimento in resina o cemento, va bene abbinare tonalità neutre calde o fredde, oppure un colore caldo con uno freddo a contrasto come azzurro polvere/rosa corallo, tortora/rosa cipria, sabbia/blu, oppure una o due tonalità neutre, una chiara e una scura come avorio/bianco porcellana.

 

 esempio di finiture interne con intonaco e pittura a base di calce e pavimento in battuto di cemento e terra, da Couleur Locale.eu

Ora che ti ho svelato qualche trucco per abbinare i colori di soffitti, pareti e pavimenti, avrai capito che il segreto per un interno perfetto secondo lo stile mediterraneo contemporaneo, è sempre quello di cercare il giusto equilibrio armonico, tra tonalità e colori di fondo presenti sulle grandi superfici.               Per non sbagliare, il colore saturo ed intenso, va sempre dosato e scelto solo per piccole superfici, dettagli, qualche arredo, piuttosto meglio su superfici di ambienti poco frequentati, come quelli di passaggio.

La fonte d’ispirazione per la nostra palette di colori è sempre il paesaggio mediterraneo, dove dominano le tonalità neutre delle terre, delle pietre, delle sabbie, i toni freddi degli azzurri di cielo e mare, dei verdi variegati della macchia mediterranea, misti ai marroni, ai gialli della vegetazione estiva “bruciata” dal sole, piccole macchie di colori saturi caldi  nella gamma dei gialli, rossi, rosa, viola, tipici della macchia fiorita in primavera.

Se ti interessa approfondire l’argomento per realizzare la casa mediterranea che hai sempre sognato, scarica QUI la mia guida, è gratuita!

   “La tua casa mediterranea”, come realizzare la casa mediterranea dei tuoi sogni! CLICCA QUI

A breve, in un prossimo articolo, ti spiegherò come scegliere arredi oggetti,  complementi e tessuti da abbinare a questi colori!

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *